“Binario 1” e il rifugio di Bolzano. Tra vulnerabilità, accoglienza e diritti

di Duccio Facchini — tratto da Altraeconomia.it

Con la chiusura del Brennero, Bolzano è diventata il vero “confine” per decine di persone migranti, che si ritrovano in città in condizioni precarie. Diverse vivono per strada. Per questo, dal gennaio 2018 è nato un “Rifugio” in centro città. Ecco il punto della situazione raccontato da Ermira Kola, attivista di Antenne migranti e rappresentante di Schutzhütte-Rifugio